Così FUN tutti

 
Arriva a New York City un progetto molto interessante di cibo, teatro e musica-
Giorgio Comaschi presenta Dinner & Crime. Puarò and the girls of Madame Clicot.Un piccolo assaggio dello spettacolo carico di suspence, comicità e buona cucina si è avuto ieri al Ristorante Gradisca.Nel locale gestito dallo chef fiorentino Matteo Buglione, si è consumata la prima intrigante messa in scena della compagnia teatrale italiana.
 
 
HOW TO BE A GOOD ITALIAN DAUGHTER IN SPITE OF MYSELF‏
Interessante spettacolo teatrale carico di ironia….
 Directed by Ted Sod
 In How To Be A Good Italian Daughter (In Spite of Myself), Antoinette LaVecchia examines the hysterical and universal struggles between an immigrant Italian mother and her Americanized daughter. For more information, visit: www.jonesstreetproductions.com
The Studio at the Cherry Lane
38 Commerce St., NYC
Thurs-Sat 7pm
Sat 3pm
Sun 2pm
“Has to be seen.”
—The New York Times
 battiato
           Mon. October 19, 2009 @ 10 pm
             Franco Battiato | New York, NY |
                       (Le) Poisson Rouge 158 Blkr Street

Manca poco all’arrivo del grande Battiato in città e la cosa a mio avviso da segnalare è il prezzo veramente ragionevole dei biglietti. Abituata a spendere 40-50 Euro per vederlo in Italia, sono rimasta più che colpita dai 25 $ di stavolta.Suonerà in un piccolo localino del West Village, chiamato Poisson Rouge. Chi primo arriva, primo canta.Have Fun!

Per info e Biglietti

 

 

 Pino Daniele in Concert

Thursday, Oct 1 8:00p
at Apollo Theater, New York, NY

Stasera nello storico Apollo Theatre di Harlem sale sul palco il mitico Pino Daniele per uno show che si preannuncia molto intenso. Soprattutto perchè non si trova più neanche un biglietto in tutta New York.Che male c’è. Che c’è di male?

img_807619_primary

One response to “Così FUN tutti

  1. Il re partenopeo del jazz & blues incanta l’Apollo Theatre.

    Nel cuore più profondo della nerissima Harlem, ieri sera c’è stato un miracolo.
    Fuori autunno inoltrato, freddo. I neri del quartiere sulle strade sporche chiedono l’elemosina.Non si contano, sono tanti.Alcuni zoppi si trascinano per la fatica.Altri, gesticolano davanti a un misero negozio di stracci da un dollaro.Indossano catene e denti d’oro.Davanti al teatro, una fila scomposta di italo e americani si muove lenta e lascia intravedere sciarpe azzurre.Sono del Napoli.E sono per Pino Daniele.Il partenopeo del Jazz & Blues riscalda il cuore di un teatro che si muove al ritmo di intense e morbide sonorità. La scaletta scivola dalla splendida Napule è, a Dubbi non ho, fino alla storica O’ Scarrafone.Mentre fuori si consumano povertà e solitudine, noi percepiamo l’eco delle nostre acque e per un attimo ritorniamo a casa.Si, casa nostra.Non quella di spaghetti, pizza e mandolino.Ma la nostra culla, il nostro nido accogliente, quel morbido confortevole stivale, liscio e bagnato da tiepide acque.Un oceano ci separa, ma tu ci regali ancora pensieri stupendi,mediterranei, azzurri.Al suono delle tue note, Pino, sento il mare. E lo sciacquettìo delle onde blunotte è rischiarato da un’argentea lunetta solitaria.MareLuna, fino a che arriverà l’aurora, il mare resterà.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s